Il martire fascista

AUTORE Adriano Sofri
DATA 2019
DIMENSIONE 9,30 MB
Cefalufilmfestival.it Il martire fascista Image

DESCRIZIONE

Abbiamo conservato per te il libro Il martire fascista dell'autore Adriano Sofri in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web cefalufilmfestival.it in qualsiasi formato a te conveniente!

Un maestro siciliano, di solida fede fascista, va a insegnare nella scuola di un paesino sloveno vicino a Gorizia, annesso all'Italia dopo la carneficina della Grande guerra. Ha una giovane moglie, cinque figli e un sesto in arrivo. È uno dei molti convocati a realizzare la «bonifica etnica», l'italianizzazione forzata di una minoranza renitente. Una sera, all'inizio dell'anno scolastico del 1930, il maestro Sottosanti viene ucciso in un agguato. L'Italia fascista commemora il suo martire. Ma da oltre confine si accusa: infieriva contro i bambini, sputava in bocca a chi si lasciasse sfuggire una parola nella sua lingua madre, lo sloveno. Ed era tisico. Il rumore si spegne presto. Le autorità fasciste sanno che i maltrattamenti raccapriccianti avvenivano davvero, ma l'autore era un altro, il più vicino all'ucciso. I militanti antifascisti sloveni si accorgono di aver commesso un incredibile scambio di persona. Adriano Sofri ha ricostruito questa cronaca del 1930, cui lo legano imprevisti fili personali, andando su e giù dai confini. Niente è bello come un confine abolito. Soprattutto quando c'è chi lo rimpiange, e investe in fili spinati.
SCARICARE
LEGGI ONLINE
Il martire fascista - Adriano Sofri - Libro - Mondadori Store

Il suo 'Il martire fascista' (Sellerio, 237 pagg., 15 euro) fa compiere al lettore un viaggio pieno di colpi di scena tra coincidenze, false piste, incredibili giochi del caso.

Il martire fascista, il libro di Adriano Sofri - Torino

Il 4 ottobre 1930 viene ucciso in un agguato il maestro Francesco Sottosanti, in un paesino sloveno annesso all'Italia dopo la Prima guerra. Mentre il regime commemora il martire fascista, i giornali sloveni scrivono che sputava in bocca agli scolari che pronunciassero una parola nella loro lingua.

LIBRI CORRELATI